Posso lasciare i miei beni ai figli di mia moglie?

Gentile Avvocato, sono sposato senza figli, mentre mia moglie ha due figli maggiorenni da un precedente matrimonio. Mia moglie ed io siamo comproprietari al 50% di due case. Ho redatto un testamento olografo in cui nomino erede unica mia moglie. Il mio quesito è il seguente: alla dizione “Nomino erede di tutti i miei beni e averi mia moglie ecc.” posso aggiungere “e in caso di sua mancanza i suoi figli ecc.”? Ciò avrebbe valore legale? La nuova legge sull’equiparazione tra figli non mi sembra abbia preso in considerazione questa tipologia, peraltro così frequente. La ringrazio vivamente dell’attenzione e mi complimento per il sito, efficiente e funzionale.

Per poter rispondere, bisognerebbe prendere visione dell’intero testamento: riportare alcune frasi non è utile in quanto va studiato il documento nel suo insieme.

In linea di massima, fatta la premessa e la riserva di cui sopra, puoi farlo.

Sicuro di non avere altri eredi legittimari a cui spetta una quota di eredità?

In ogni caso, per maggiore sicurezza, se si dovesse verificare l’ipotesi da te prospettata, potresti fare un successivo testamento olografo in cui nomini tuoi eredi i figli di tua moglie.

2 commenti

Archiviato in Famiglia, Figli, Successioni, Testamento olografo

2 risposte a “Posso lasciare i miei beni ai figli di mia moglie?

  1. Pietro Sternativo

    Spett.le Avvocato vorrei porle un quesito un po’ particolare, dovendo fare una successione di un genitore il quale lascia 4 figli, una moglie ed ha un figlio premorto che era coniugato, la mia domanda è: la moglie del figlio premorto ha diritto alla quota di eredità del marito premorto?, la saluto cordialmente Piero

    • Antinisca Sammarchi

      No.

      Art. 467 cod. civ. “La rappresentazione fa subentrare i discendenti [legittimi e naturali] nel luogo e nel grado del loro ascendente, in tutti i casi in cui questi non può o non vuole accettare l’eredità o il legato.
      Si ha rappresentazione nella successione testamentaria quando il testatore non ha provveduto per il caso in cui l’istituito non possa o non voglia accettare l’eredità o il legato, e sempre che non si tratti di legato di usufrutto o di altro diritto di natura personale
      “.

      Do per scontato che la coppia non abbia figli. Se li hanno questi subentrano per rappresentazione ex art. 467 cod. civ. al padre premorto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...