Suicidio ferroviario

Gent.ma Avv. Sammarchi se possibile vorrei avere risposta ad una domanda su una questione  che mi turba molto.

Pochi giorni fa purtroppo la figlia 33enne di una carissima amica ha deciso di togliersi la vita gettandosi sotto un treno, senza dare un palpabile segno di malessere tale che facesse presagire un’ atto cosi terribile la sera del 6 gennaio ha messo fine alla sua giovane vita.

Ora io mi chiedo se oltre al terribile e devastante dolore di famigliari ed amici non possa aggiungersi anche la richiesta di risarcimento danni da parte dell’ Ente Ferroviario.

Sul web in diversi link si parla di cifre astronomiche chieste per i vari disagi provocati da questi suicidi, sia per il blocco della linea ferroviaria, per il ripristino della circolazione, risarcimento biglietti ecc.

Le chiedo se queste informazioni sono attendibili, se la famiglia dovrà veramente rimborsare economicamente, la ragazza in questione viveva con i suoi genitori e non aveva nessun patrimonio, in eredità non lascia niente se non una vecchia autovettura.

La ringrazio anticipatamente per la risposta. Cordiali Saluti

Purtroppo è impossibile sapere cosa farà l’ente: sicuramente potrebbe fare la richiesta, se poi lo farà davvero è tutto da valutare.

Inoltre, la decisione spetterà sempre ad un Giudice.

La cosa migliore da fare in questi casi è affidarsi ad un legale che verifichi l’intenzione dell’ente e valuti ogni azioni possibile a tutela della famiglia del suicida.

Lascia un commento

Archiviato in Famiglia, Figli

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...