Una situazione complicata

– Il presente articolo è già stato pubblicato in data 21.10.2011 e viene oggi ripubblicato. 

Tuttavia, da allora non ha subito modifiche e non si garantisce della sua attualità rispetto alle leggi attuali

Per avere maggiori informazioni sul tema trattato dal post e sulla sua attualità lasciate un commento qui sotto –

Ho un figlio di 12 anni sono separata dal mio ex convivente padre da 9 anni. nel 2004 dopo mesi di discussione ci siamo rivolti ad avvocati e poi al tribunale dei minori che ha accettato i patti scritti e i tempi di visita. 520 euro per il bambino e tre fine settimana con il padre. dopo 30 gg da detta firma in tribunale il padre viene arrestato per traffico internazionale di droga ne aveva XXX. in macchina nel fine settimana con il bambino. si è dichiarato tossico dipendente ha patteggiato XXX capi d’accusa. ha fatto solo XXX gg e altri XXX in seguito in carcere, il resto agli arresti domiciliari in una casa di proprità della famiglia da solo. da quel giorno non ho più ricevuto un euro di mantenimento ..con i varii sconti di pena e grandi avvocati ,ben pagati dalla sua famiglia ,che non è per nulla povera e proprietaria di varie abitazioni a XXX, ha finito di scontare la sua pena e nel frattempo e diventato padre di un’altra bambina. ora lavora da un anno , dice di percepire 1300 euro e vive con la nuova compagna che ha un ottimo lavoro. la casa dove viveva non è mai stata affittata e libera e a sua disposizione. mi versa 300 euro solo per paura…non paga spese mediche, straordinarie e mi dovrebbe tutti i mesi di mancato mantenimento e almeno i 520 stabiliti in tribunale. ora lui vuole cambiare le regole stabilite in precedenza per una comodita solo personale. non gli ho mai impedito il figlio di vederlo anzi… sono stata anche in carcere a trovarlo e a portgli cibo e vestiti. io non sono povera, ma ho rinunciato al lavoro di restauratrice che m’imponeva di lasciare da solo mio figlio, in quanto tutta la mia famiglia è deceduta, troppe ore quindi faccio la casalinga e la mamma che cerca di crescere al meglio un figlio…i risultati si vedono perfettamente. risulta giustamente nulla tenente….in realtà non è vero! vorrei fargli causa per i diritti del figlio…. sarà facile avere giustizia…. grazie per la risposta. 

Pubblico volentieri la tua domanda ma, in tutta onestà, non capisco cosa vuoi sapere da noi.

Se vuoi sapere se la causa che intendi fare al tuo ex compagno sarà facile da vincere allora la risposta è no: le cause non sono mai facili, ma bisogna sempre lavorarci molto bene.

Se, invece, vuoi sapere come fare per ottenere quanto ti spetta, allora non mi resta che consigliarti di rivoglerti ad un legale affinchè proceda – sulla base della sentenza emessa dal Tribunale dei Minorenni – a notificare al tuo ex un precetto e, in seguito, se non dovesse pagare, a pignoragli i beni.

Se vuoi sapere altre cose, lascia un commento qui sotto.

Lascia un commento

Archiviato in Covivenza, Famiglia, Figli, Mantenimento, Separazione e divorzio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...