Divisione della massa ereditaria

Buongiorno, volevo sottoporle un quesito relativo alo scioglimento della condivisione ereditaria tra quatto soggetti ( madre e tre sorelle)  tramite divisione contrattuale relativamente  a cinque  immobili ( 2 case, un terreno  e due magazzini). Il tutto è stato ereditato per successione alla morte di mio suocero. Per legge la ripartizione attuale  delle quote  di ogni immobile è 33,33 per mia suocera e 22,22 per le rispettive tre figlie. Dopo lunghi anni di discussioni e calcoli estenuanti  è finalmente stato trovato un  accordo che soddisfa tutte le parti. La ripartizione dovrebbe essere questa:

Alla 1°  figlia (sola senza marito ne figli ) va l’appartamento di maggior prestigio (facente parte della massa ereditaria)

Alla 2°  un appartamento   il terreno e due magazzini (facenti parte della massa ereditaria)

Alla 3°  un appartamento che non fa parte della massa ereditaria, ma è di esclusiva  proprietà della 1° figlia.

Nella divisione totale mia suocera cederebbe l’intera sua parte spossessandosi di fatto di ogni bene.

Le  domande sono  queste:

Può mia suocera, in caso di divisione contrattuale, spossessarsi di tutti i suoi beni in favore delle figlie senza ricevere nulla in cambio ?

Nel caso ciò fosse possibile, si può procedere facendo in modo che la spartizione avvenga senza ricorrere a donazioni che renderebbero praticamente impossibile  eventuali vendite future ?

Che garanzia avrebbero,   in maniere particolare la  1° e la  2° figlia,   da  eventuali rivalse da parte della  3° figlia (colei che riceverà dalla sorella  il bene non facente parte della massa ereditaria)  in caso di morte della madre ?

La prossima settimana avremo un incontro con il Notaio per definire il tutto e vorrei arrivarci, non dico preparato, ma almeno in grado di poter valutare la soluzione che ci prospetterà. Il Notaio, già precedentemente  contattato, sulla base di calcoli da lui effettuati  (forse facendo riferimento ai millesimi ed alla tipologia di immobili) ci ha comunicato che non ci sarebbe la necessità di eventuali integrazioni in denaro  dichiarando di fatto equa la spartizione. L’unica incognita restano i costi da sostenere a seconda della soluzione. La ringrazio anticipatamente per l’attenzione che vorrà dedicarmi. Cordiali saluti

A costo di sembrare pedante, ricordo che in questa sede non si fornisce nessun tipo di parere legale ma le informazioni sono generiche e in tal modo devono essere valutate: per poter fornire un parere è necessaria una consulenza.

Le tue domande sono tantissime (nonostante affermi che hai solo un quesito!) e certo non possono trovare soluzione in questa sede dove, come rammentato, si forniscono solamente indicazioni di massima.

In linea di massima, siete liberi di dividere la massa ereditaria come preferite e tua suocera può liberamente donare i suoi beni: quello che tu chiami spossessamento altro non è che una donazione, atto di liberalità per eccellenza.

Il notaio vi fornirà ogni delucidazione sull’atto più idoneo ad ottenere il risultato che intendete perseguire.

Lascia un commento

Archiviato in Famiglia, Figli, Successioni

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...