Riduzione dell’assegno di mantenimento

– Il presente articolo è già stato pubblicato in data 25.11.2011 e viene oggi ripubblicato. 

Tuttavia, da allora non ha subito modifiche e non si garantisce della sua attualità rispetto alle leggi attuali

Per avere maggiori informazioni sul tema trattato dal post e sulla sua attualità lasciate un commento qui sotto –

Sono separato da un anno e riconosco a mia moglie un assegno mensile per il suo mantenimento pari a 700,00 €, contro i 2.000,00 che guadagno. Ho concordato questo importo perché mia moglie soffre di forti depressioni e non può lavorare. Posso chiedere una riduzione dell’assegno di mantenimento se divento papà dall’unione con la mia compagna attuale, tenendo conto che lei invece lavora? Grazie. (Tommaso, via posta elettronica)

Sicuramente i presupposti per chiedere la riduzione dell’assegno di mantenimento – la nascita di un bambino – ci sono.

Tuttavia, devo anche dirti che il Giudice, prima di procedere con la riduzione dell’assegno di mantenimento, valuterà anche la capacità reddituale della tua compagna in quanto, lei come te, è tenuta al mantenimento di vostro figlio.

Naturalmente, questa è, come al solito, una valutazione di massima in quanto per poter fornire una risposta esaustiva è sempre necessaria una consulenza vera e proprio.

Se vuoi un preventivo per la Tua posizione non devi far altro che contattarmi.

Lascia un commento

Archiviato in Famiglia, Figli, Mantenimento, Separazione e divorzio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...